Al Chiar di Luna | Via Amedeo, 89 | Monte di Procida (Na) | 081 868.24.24 | info@alchiardiluna.it

185partecipazioni-matrimonio-al-chiar-di-luna-1024x536

Come scegliere le partecipazioni di matrimonio

Un utile road map, un calendario per tappe di avvicinamento alla data del matrimonio.

L’importante è partecipare? No… è la «partecipazione di matrimonio»!

 

Il primo step per l’organizzazione dell’evento: gli inviti

Il primo elemento di contatto della coppia con gli invitati al proprio matrimonio è senza alcun dubbio il cartoncino di invito, la cosiddetta partecipazione di matrimonio.
È quindi una sorta di biglietto da visita che racconterà già tantissimo di sé stessi e in qualche modo fornirà agli ospiti già una sorta di “leit motif” dell’evento, dello stile della cerimonia.

E dunque è di fondamentale importanza prestare la massima attenzione alla scelta del modello di partecipazione di matrimonio da utilizzare. Ecco quindi una serie di consigli che torneranno molto utili per scegliere in che modo annunciare il proprio matrimonio.

Consigli per la partecipazione di matrimonio

La partecipazione di matrimonio va consegnata a mano o spedita?

Innanzitutto, la tempistica: le partecipazioni vanno consegnate a mano o spedite in modo che arrivino al più tardi 30 giorni prima della data del matrimonio.
Se l’evento è previsto a ridosso di periodi di ferie, è meglio anticiparsi in modo che gli inviti giungano a destinazione in tempo utile.

 

Quale materiale per la partecipazione di matrimonio?

Altro elemento fondamentale è la scelta del materiale, di solito un cartoncino liscio, vergato o leggermente lavorato, purché di grammatura sufficiente per non spiegazzarsi, e soprattutto il font grafico da utilizzare per le scritte con la scelta del colore dell’inchiostro: di solito si usa il color seppia, ma c’è anche chi opta per il grigio o per il dorato o altri colori.

 

Cosa scrivere nella partecipazione di matrimonio?

Cosa scrivere? In passato era abitudine che fossero i genitori degli sposi ad annunciare il matrimonio, mentre al giorno d’oggi sono gli stessi sposi ad annunciare la data.
Le informazioni che vanno inserite sono semplici: i nomi e cognomi degli sposi (di norma, lo sposo a sinistra e la sposa a destra), gli indirizzi, il luogo in cui si celebra il matrimonio (con l’indirizzo della chiesa o del municipio) e ovviamente la data con l’ora. Generalmente, per il ricevimento si aggiunge un ulteriore cartoncino con l’indicazione della location.

 

Partecipazione di matrimonio, richiedere la conferma della partecipazione

Infine, l’elemento che purtroppo viene spesso trascurato da chi l’invito lo riceve: la richiesta di conferma della partecipazione. Può bastare un «Si prega di dare conferma» o magari si può optare per un più elegante «R.S.V.P.», che è l’acronimo del francese “Répondez s’il vous plaît”.

 

Matrimonio elegante, tradizionale e formale?

Una partecipazione in carta a mano di Amalfi, possibilmente con iniziali degli sposi incise a secco o in rilievo in oro, prelude a un matrimonio elegantetradizionale e formale.

 

Matrimonio anticonformista, trendy o stravagante?

Un invito dai materiali ricercati, assemblati in maniera originale, fa immaginare un matrimonio anticonformista, probabilmente trendy o stravagante

 

E voi, che tipo di partecipazione avete scelto per il vostro matrimonio?

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn