Al Chiar di Luna | Via Amedeo, 89 | Monte di Procida (Na) | 081 868.24.24 | info@alchiardiluna.it

187al-chiar-di-luna-donald-trump-1024x536

Quando la sposa diventa… First lady

Le elezioni del presidente Usa ci hanno incuriosito: come vestiva sua moglie nel giorno del matrimonio? E che abito indossarono le sue due precedenti mogli, Ivana e Marla? Vediamoli insieme...

L’abito del «sì» di Melania Trump (e delle due ex del tycoon).

È stato l’evento più discusso e commentato di questa settimana e non poteva essere diversamente. Non tanto o non solo perché si sia avuto un nuovo flop dei sondaggisti, ma molto semplicemente perché – comunque la pensiate –l’elezione del Presidente degli Stati Uniti d’America è di per se stesso un evento che coinvolge l’intera opinione pubblica planetaria.
Ovviamente, non entreremo nel merito (ci mancherebbe): ognuno rimarrà della propria convinzione politica ed avrà il proprio indice di gradimento per il “comandante in capo” del prossimo quadriennio negli States. Ma l’elezione di Donald Trump ci ha innescato inevitabilmente, per noi che ci occupiamo di eventi, la curiosità di andare a vedere le immagini del suo matrimonio con la neo-first-lady Melania Knauss, quasi 12 anni fa. E già che c’eravamo, abbiamo voluto verificare anche le immagini dei suoi due precedenti matrimoni, quello nel 1977 con l’allora modella ceca Ivana Marie Zelníčková e quello nel 1993 con l’attrice Marla Maples.

In rete, in realtà, non si trovano molte immagini del primo “sì” e quelle disponibili sono di scarsa qualità e in bianco e nero. Dalle quali, in ogni caso, spicca l’abito che richiama alla memoria una delle tendenze in crescita di recente: il plisset aderente, con scollo a balconcino per esaltare le forme, accompagnato da lunghi guanti più scuri. La lunghezza dell’abito, poco sotto il ginocchio, appare in controtendenza rispetto alla tradizione, ma il “carico” di gioielli che fanno da contorno (compresi i preziosi che formano il bouquet) sembrano rendere persino superflua la mancanza del velo.

Il secondo matrimonio, quello con Marla Maples, appare molto più “tradizionalista”: abito rigorosamente bianco, a tubino, con strascico sobrio, maniche lunghe fino ai polsi e scollo ampio a vù. Colpisce tuttavia che l’unico gioiello che sembra esserci sia una sorta di corona-diadema dal quale defluisce il velo di chiffon. Rose rosa, infine, per il bouquet.
L’ultimo, quello del 2005 con la sua attuale consorte, è forse quello che maggiormente rappresenta l’icona di sfarzo che accompagna Donald Trump: un abito firmato Christian Dior, corpetto molto aderente e gonna ampia e drappeggiata con un lunghissimo strascico. Vistose decorazioni che riprendevano il collier altrettanto “impegnativo”. Insomma, un’esplosione di luce che finiva per esaltare la innegabile bellezza statuaria dell’exmodella slovena. E, non a caso, è l’unica occasione in cui il neo-presidente americano indossi un papillon bianco.
Insomma, tre epoche diverse, tre stili diversi, con un unico filo conduttore che, nessuno si offenda, rappresenta una certezza: il budget a disposizione della sposa è sempre stato al di sopra della media… 🙂

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

SocialS

Categorie

PIU' LETTI

RESTA INFORMATO

ISCRIVITI ALLA Newsletter

Invii mensili sulle novità dal mondo Al Chiar di Luna.